Cardiologia

La cardiologia è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura (farmacologica e/o invasiva) delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite, La cardiologia è una disciplina che negli anni più recenti si è molto evoluta con la nascita e lo sviluppo di specialità come l'emodinamica e l'elettrofisiologia.
Le malattie cardiovascolari sono ancora la prima causa di morte al mondo (50% del totale dei paesi sviluppati e 25% nei paesi in via di sviluppo). 
 
Sintomi e segni clinici
I sintomi sono tutto ciò che viene riferito dalla persona; I segni clinici vengono evidenziati dai medici attraverso la visita cardiologica e la valutazione degli esami.
 
Principali
 
·         Dispnea, mancanza di respiro molto fastidiosa, che varia di intensità fino a diventare tanto grave da rendere la normale attività di respirazione molto difficile.
·         Dolore toracico, è il sintomo più frequente che porta un soggetto alla valutazione cardiologica. Normalmente viene descritto come un "peso" o un "dolore" retrosternale, a volte irradiato al braccio sinistro o alla gola, che può essere associato anche a forme diverse dall'angina nota, come l'ischemia miocardica in assenza di necrosi, dell'angina "variante" di Prinzmetal.
·         Cianosi, Si tratta di una colorazione bluastra della cute, spesso accompagnata dalle alterazioni del letto ungueale, causata da un'alterata ossigenazione del sangue.
·         Sincope cardiaca, lo svenimento (con totale perdita della coscienza) per cause cardiache è di relativa rapida insorgenza: la perdita di coscienza nella stenosi aortica è provocata dallo sforzo e può essere repentina, ma la sincope causata, per esempio dalla vasodilatazione cutanea da elevata temperatura, dà in genere dei sintomi premonitori e per tale motivo, può essere evitata con alcuni accorgimenti.
·         Palpitazione, fra i sintomi più comuni. La persona avverte il proprio battito cardiaco e ne ha una percezione fastidiosa: può essere descritta in vari modi, sia come veloce pulsazione al torace ma anche pulsazione al collo, può essere regolare o irregolare...
·         Edema, la cui localizzazione risulta utile ai medici per comprenderne le cause, è un aumento del liquido interstiziale localizzato nei tessuti all'esterno dei vasi sanguigni e delle cellule. L'edema di origine cardiaca solitamente si presenta alle caviglie e solo raramente arriva ad interessare tutta la gamba sino agli organi genitali.
 
Secondari
 
·         Tosse è causata da varie malattie infettive, fra quelle cardiologiche ritroviamo l'edema polmonare e l'ipertensione venosa polmonare
·         Emottisi, ovvero l'emissione di sangue dalla bocca. Molte sono le cause che possono portare a tale manifestazione, un'adeguata anamnesi spesso riesce a comprendere quale sia quella corretta.
·         Astenia, (mancanza di forze) è un sintomo che consiste nella riduzione di energia dell'individuo colpito. Si manifesta in numerose condizioni morbose, sia fisiche (quali cardiopatie, anemie, epatiti virali, disturbi metabolici) che psicologiche (ad es. depressione).
·         Nicturia, è una disfunzione dell'apparato urinario, consistente nella necessità, anche molto frequente, di eliminazione dell'urina durante il riposo notturno;
·         Nausea, è una sensazione di malessere e fastidio allo stomaco che può precedere il vomito.
·         Vomito, provocato dalla rapida contrazione involontaria dei muscoli dell'addome, associata ad un'apertura del cardias in seguito ad un'onda antiperistaltica che parte dal digiuno. Nausea, conati e vomito sono pressoché costantemente accompagnati da ipersalivazione.
·         Febbre, alterazione del sistema di termoregolazione ipotalamico e una conseguente elevazione della temperatura corporea al di sopra del valore considerato normale (36.8 °C)
·         Brividi, rapide contrazioni muscolari asincrone provocate da impulsi cerebrali involontari riflessi.
 
Con l’esercizio fisico si possono ottenere:
·         la riduzione delle malattie cardiovascolari e della mortalità ad esse associata
·         la diminuzione della pressione arteriosa
·         il miglioramento del compenso glicemico nei pazienti diabetici e una significativa riduzione del rischio di sviluppare il diabete in coloro non ne sono affetti
·         il mantenimento della massa e quindi della forza muscolare e della funzionalità articolari che si deteriorano con l’età
·         lo sviluppo della struttura scheletrica durante l’infanzia, l’adolescenza ma anche mantenimento della massa ossea raggiunta “al picco” in età adulta
·         la riduzione dei sintomi della depressione e dell’ansietà
·         la riduzione della massa grassa in associazione all’intervento nutrizionale in pazienti sovrappeso/obesi.
 
Presso lo Studio Medico Staff srls, Poliambulatorio di Medicina dello Sport, è possibile effettuare una valutazione specialistica cardiologica di 1° livello, curata dal Dr. Rosario Cristaldi